Monday, October 16, 2017

Cose artficiali


  1. Maria PIZZORNI: lago artificiale
  2. Ngnkam Djettchou Charles DORIAN: inseminazione artificiale
  3. Luca BARBIERI: intelligenza artificiale
  4. Michela Andrea LO SCHIRICO: fuochi artificiali
  5. Emanuele MUSSO: musica artificiale
  6. Giorgia PIEROTTI: lingua artificiale
  7. Emanuele PANSICA: vento artificiale
  8. Francesca ANTONACI: piede artificiale
  9. Marta ROCCETTI CAMPAGNOLI: tecssuti artificiali
  10. Monica HARABAGIU: fiori artificiali
  11. Roberto MALAMISURA: illuminazione artificiale
  12. Giovanni FRASCA: ali artificiali
  13. Pierpaolo DI STASO: droghe artificiali
  14. Martina BELLONE: prato artificiale
  15. Carmela DI FRAIA: satellite artificiale
  16. Simone ORO: occhio artificiale
  17. Young Been KIM: latte artificiale
  18. Antonio RUSSO: voce artificiale
  19. Domenico LEZZOCHE: respirazione artificiale
  20. Riccardo SILVA: pigmenti artificiali
  21. Andrea TESTA: canale artificiale
  22. Tommaso BUGNONE SUPPO: isola artificiale
  23. Francesco MASCIA: gravità artificiale
  24. Francesco CAFAGNA: capelli artificiali
  25. Laura ROLLO: mano artificiale
  26. Ernesto ALBERGHINA: cuore artificiale
  27. Laura TROISI: osso artificiale
  28. Daniela MENDUNI: pioggia artificiale
  29. Giulia VARALLO: pelle artificiale
  30. Giulia CASCIO: gomma artificiale
  31. Tiziano DI GRANDE: diamante artificiale
  32. Claudia BOLLERO: legno artificiale
  33. Giorgia COSTAMAGNA: orizzonte artificiale
  34. Matteo OLIVIERI: pietra artificiale
  35. Gandolfo CURCIO: valvola cardiaca artificiale
  36. Giulia MACCHIA: orecchio artificiale
  37. Marco CASTALDI: resina artificiale
  38. Giovanni BELLAVIA: mandibola artificiale
  39. Nicolò STRONATI: pinne artificiali
  40. Bruno SIMONE: gemme artificiali
  41. Francesco MALACARNE: pancreas artificiali
  42. Rita Lucia PIAZZOLLA: protesi artificiali
  43. Andrea GALANTINA: pelliccia artificiale
  44. Dario CUSCUSA: neve artificiale
  45. Vincenzo OLIVIERI: naso artificiale
  46. Giulia GALEAZZI: sterno artificiale
  47. Luca PARRINELLO: polmone artificiale
  48. Deborah CANCELLARA: proteine artificiali
  49. Daniele FERRAGINA: muscoli artificiali
  50. Giuseppe NOBILE: fibre artificiali
  51. Arianna TARETTO: pèrle artificiali
  52. Giurgia LUCCHINO: frutta artificiale
  53. Carolina PETITTO: artificial pet
  54. Lucrezia FICETTI: cellule artificiali
  55. Luca BELLO: insetti artificiali
  56. Marica GIGANTE: abete artificiale
  57. Simone Renzo RICUCCI: arto artificiale
  58. Giovanni DEMAIO: polso artificiale
  59. Paolo TORTONE: fertilizzante artificiale
  60. Mauro FRANCAVILLA: ardesia artificiale
  61. Giudo BEDIN: spugna artificiale
  62. Gabriel RAMBAUDI: impollinazione artificiale
  63. Davide VOLPATO: allattamento artificiale
  64. Simona GURRI': seta artificiale
  65. Riccardo POLITANO': ghiaccio artificiale
  66. David William CHARIG: ghiacciaio artificiale
  67. Alice MASSIMIANI: corallo artificiale
  68. Sabrina CASU: aromi artificiali
  69. Luca OLMI: benzina artificiale
  70. Marco DE TONI: avorio artificiale
  71. Nicola Simone CATALE: frumento artificiale
  72. Marco D'ONOFRIO: madreperla artificiale
  73. Christian OLIVA: conservanti artificiali
  74. Jole PININFARINA: argini artificiali
  75. Mattia MURGIA: profumi artificiali
  76. Enrico GIGLIO: esca artificiale
  77. Francesco LOIACONI: vene e arterie artificiali
  78. Federica NASR, dolcificanti artificiali
  79. Francesco CICCIA: hamburger artificiale
  80. Dario ARGENTIERI: ecosistema artificiale
  81. Leonardo MARTA: magneti artificiali
  82. Chiara ROSSI: colline artificiali
  83. Riccardo CARADONNA: olio artificiale
  84. Vittorio PERINI: spiaggia artificiale
  85. Stefano BOSA: marmo artificiale
  86. : porto artificiale



Saturday, October 14, 2017

ll bastone


da: George Basalla, L'evoluzione della tecnologia, Milano : Rizzoli, 1991.



Il martello






da: George Basalla, L'evoluzione della tecnologia, Milano : Rizzoli, 1991.

L'evoluzione delle macchine (e delle cose)

« What would happen if technology continued to evolve so much more rapidly than the animal and vegetable kingdoms? Would it displace us in the supremacy of earth? Just as the vegetable kingdom was slowly developed from the mineral, and as in like manner the animal supervened upon the vegetable, so now in these last few ages an entirely new kingdom has sprung up, of which we as yet have only seen what will one day be considered the antediluvian prototype of the race... We are daily giving machines greater power and supplying by all sorts of ingenious contrivances that self-regulating, self-acting power which will be to them what intellect has been to the human race. »

« Cosa succederebbe se la tecnologia continuasse ad evolversi così tanto più rapidamente dei regni animale e vegetale? Ci sostituirebbe nella supremazia del pianeta? Così come il regno vegetale si è lentamente sviluppato dal minerale, e a sua volta il regno animale è succeduto a quello vegetale, allo stesso modo in questi ultimi tempi un regno completamente nuovo è sorto, del quale abbiamo visto, fino ad ora, solo ciò che un giorno sarà considerato il prototipo antidiluviano di una nuova razza... Stiamo affidando alle macchine, giorno dopo giorno, sempre più potere, e fornendo loro, attraverso i più disparati ed ingegnosi meccanismi, quelle capacità di auto-regolazione e di autonomia d'azione che costituirà per loro ciò che l'intelletto è stato per il genere umano »

Così scriveva Samuel Butler in Erewhon nel 1863, quattro anni prima che Charles Darwin pubblicasse L’origine della specie.

Questo l’exergo del secondo capitolo del saggio di George B. Dyson, L’evoluzione delle macchine. Da Darwin all’intelligenza globale  (Milano : Cortina, 2000).

Dal passo di Butler, Frank Herbert prese spunto per la rivolta contro le macchine dotate di intelligenza artificiale (la Jihad Butleriana) più volte citata nella saga fantascientifica Dune.


Evoluzione

IL termine evoluzione può assumere molte declinazioni...


L'evoluzione della tecnologia, un saggio di George Basalla